La storia del Collegio Spallanzani.

Il Collegio Lazzaro Spallanzani è stato fondato nel 1972, con l'intenzione di ricordare l'illustre docente dell'Ateneo pavese, le cui capacità aveva portato a rilevanti scoperte in campo medico ed in campo naturalistico. Per questo l'allora Magnifico Rettore, Antonio Fornari, con l'ausilio del Senato Accademico, lo intitolò a Lazzaro Spallanzani e ne affidò la reggenza a Francesco Ciro Rampulla, già direttore della Casa dello Studente (oggi Collegio Valla) che aveva curato tutto l'iter di costituzione del Collegio, nonché l'acquisto e la ristrutturazione del complesso.

L'edificio è composto da due corpi di fabbrica, uno del tardo ottocento, l'altro degli anni '60, collegati tra loro. Già collegio privato (Collegio Ghelfi), è stato acquisito dall'Università nel 1971 a seguito del dissesto economico dei proprietari. L'edificio è stato completamente riattato nel 1971/72 e migliorato strutturalmente nel 1990.
Dal 2012, a seguito del pensionamento di Rampulla, è stato nominato rettore del Collegio Andrea Mattevi, ex-alunno del Collegio e professore ordinario di Biologia Molecolare presso l'Università degli Studi di Pavia.

Lazzaro Spallanzani.


Il nome del collegio ricorda Lazzaro Spallanzani gesuita, biologo, accademico italiano; considerato il "padre scientifico" della fecondazione artificiale, è ricordato soprattutto per aver confutato la teoria della generazione spontanea con un esperimento che verrà successivamente ripreso e perfezionato da Louis Pasteur.
A quindici anni entrò nel collegio dei gesuiti di Reggio Emilia, dove seguì i corsi di filosofia e di retorica.
All'Università di Bologna compì gli studi di diritto, ma abbandonò poco dopo tale facoltà per dedicarsi alla filosofia naturale laureandosi in Biologia nella medesima Università.
Successivamente continuò a studiare Biologia, specializzandosi in Zoologia e Botanica in vari atenei francesi.
Nel 1762 prese gli ordini sacerdotali e nel 1763 si trasferì a Modena, dove insegnò filosofia e retorica all'Università e matematica e greco presso il Collegio San Carlo di Modena.
Nel novembre del 1769 fu chiamato all'Università di Pavia, per insegnarvi Storia naturale (carica che tenne fino alla morte) e assunse la direzione del Museo dell'Università, di cui fu rettore nell'anno 1777 - 1778.


Gallery

Regolamento delle Comunità studentesche.

Ogni ospite delle nostre strutture deve attenersi al Regolamento delle Comunità studentesche (approvato dal Consiglio di Amministrazione dell'EDiSU in data 29 giugno 2016 con delibera n. 19).

Scarica il regolamento